Il cielo di notte

Vi siete mai chiesti perchè il cielo, di notte, è nero?lattea02

Ci sono tante stelle e dovrebbero rischiararlo, come lampadine in una stanza. E come mai non lo fanno?

La natura non è come ci appare. I nostri sensi ci ingannano spesso, e siccome questo fatto è comune, abbiamo elaborato pure il concetto di "senso comune", sinonimo di errore di massa. Nel nostro caso siamo in presenza del paradosso di Olbers, astronomo che cercò di dare una risposta.
Cominciamo col dire che la velocità della luce è alta, altissima, ma non infinita. Il che vuol dire che ci mette del tempo per arrivare a noi. In una stanza non ce ne accorgiamo nemmeno, ma su scala cosmica potrebbe accadere che stelle lontanissime non hanno ancora avuto il tempo di farci giungere la loro luce. C'è un però. Se l'universo fosse eterno la luce ci avrebbe sicuramente raggiunto! Quindi possiamo supporre che non lo sia. Ed infatti è così. L'universo ha 13,7 miliardi di anni, non esiste da sempre. Ma non è solo questo. Esso si espande e la sua velocità di espansione è data dalla legge di Hubble 
 che è

  equivalente anche alla

 

.Queste due formule ci dicono che z, spostamento verso il rosso della luce delle stelle è proporzionale alla loro distanza ed anche la velocità con cui si allontanano tali stelle. In altre parole stelle lontane hanno un colore, per noi, non più bianco, ma che tende a non essere visibile. La maggior parte delle stelle è lontana da noi, non ci illumina, non illumina quella parte di cosmo che vediamo. Quindi il cielo ci appare nero perchè quello che vediamo è poco illuminato ed, in più, la luce si diffonde in uno spazio che aumenta sempre più velocemente.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Print Friendly, PDF & Email

Related Articles

La nuova fisica

la musica dell'universo