Blog

Blog

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ci sono. Ho finalmente capito come funzionano le rilevazioni fatte riguardo alla qualità della vita nelle nostre città, che piazzano Napoli molto indietro, credo verso il 100posto.

Parto un pò da lontano, dalla fisica, quasi come sempre. Sono ormai 40 anni che essa è drogata dalla teoria delle stringhe. L'idea di base, che tutte le particelle e le forze siano riconducibili a vibrazioni di filamenti ad una dimensione è affascinante ed elegante. Solo che per adattarla al nostro mondo siamo costretti ad ipotizzare un mondo ad 11 dimensioni e  una grandezza delle stringhe talmente piccola che per livelarle sarebbe necessario un accelleratore del diametro del nostro universo. Inoltre è una teoria apparentemente rivoluzionaria, ma in realtà estremamente reazionaria perchè presuppone uno scenario, un palcoscenico ("background") fisso, immutabile e su cui non sa dire nulla.

E' come se io dicessi: Marilin Monroe è la donna della mia vita, irragiungibile, immutabile, pura illusione. Infatti la teoria delle stringhe, come, accennavo, non può essere verificata, nè falsificata. Quindi non può essere neppure definita scienza. Appena cerco di adattarla a ciò che vedo, ne spuntano più d'una, anzi 10500 teorie diverse. Un pò troppe.

Torniamo a Napoli. La ricerca sulla qualità della vita l'hanno relegata agli ultimi posti. Non funziona niente nella nostra città, così pare. Ma cosa hanno di sbagliato tali ricerche? La cosa che mi viene da dire è che sono ricerche simili alla teoria delle stringhe, per quanto concerne la relazione col background. Ogni ricerca scientifica deve basarsi su modelli basati sul fatto che lo scenario su cui agiscono faccia parte integrante del modello stesso. Pensiamo alla relatività generale, in cui la forza di gravità emerge dalla geometria dell'universo e che spiega fino in fondo come è fatto il palcoscenico in cui tali forze agiscono. Spiega sia gli attori che la scena!

Invece i rilevamenti statistici sulla qualità della vita hanno un background fisso ed immutabile, uno scenario "dato" in cui le persone, che si muovono ed agiscono, è esterno ed estraneo alle persone stesse. Non affrontano il fatto che a Napoli lo scenario fa parte integrante delle persone, sta dentro di loro, anzi è tuttuno con loro. Lo scenario determina le persone che determinano lo scenario, in una circolarità senza fine. Napoli è una città dinamica, in cui la vita si rinnova attimo per attimo, in una osmosi continua tra interno ed esterno. Non è un luogo da usare, magari al meglio, con tutti i servizi possibili, è un luogo da vivere. Questo ne determina la sua peculiarità.

Naturalmente è oggetto di ricerca quali siano i parametri con cui misurarne la qualità della vita, ma non sono certamente quelli normali. Quelli lasciamoli alle città banalmente normali.

Tags:
0
0
0
s2sdefault

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La spada laser dei Cavalieri Jedi. 

Vi siete mai chiesti come funziona? Non può essere un banale laser, per quanto potente. La luce laser va all'infinito, essendo fatta di fotoni. E non è neanche solida. Non fa rumore se ne incrocia un'altra.

 Ed allora? Una possibilità, futuribile, è che sia fatta di luce 

si, ma pesante! Luce stana fatta non di fotoni, ma dai compagni massivi portatori dell'interazione debole, essendo l'elettromagnetismo unificato con la forza debole. Le particelle sono la W e la Z. Escluderei la W che ha carica elettrica. I duellanti non hanno scosse. propenderei per le Z, neutre. Essendo molto pesanti, 100 volte i protoni, hanno un raggio d'azione confinato, che spiega la lunghezza finita del fascio. La loro produzione attuale è possibile negli accelleratori di particelle, ma in un prossimo futuro sarà possibile metter tutto nel manico della spada.

.

0
0
0
s2sdefault

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

03

  • Alla fine dell'epoca GUT (cioè dopo che le quattro forse si sono separate) dovrebbe esserci stata un'accelerazione rapida (inflazione) che spiega la piattezza dell'Universo, il cui raggio è passato in 10-33 secondi da 10-26 metri a 10 centimetri.

  • Dopo 10-10 secondi finisce l'epoca elettrodebole: le quattro forze fondamentali sono separate e il plasma è in equilibrio termodinamico, stato caratterizzato dalla Temperatura.

  • Dopo 10-4 secondi i quark liberi formano neutroni e protoni e quindi inizia l'epoca degli adroni; nel primo secondo il raggio dell'Universo raggiunge la dimensione di qualche anno-luce.

  • Dopo 1 secondo dal Big Bang avviene il disaccoppiamento dei neutrini, la radiazione fossile che si propaga nell'Universo contiene per ogni specie 115 neutrini fossili per cm³; i nuclei non si possono ancora formare finché i fotoni sono troppo energetici

  • Quando la temperatura scende sotto i 1010 K neutroni e protoni si combinano a formare nuclei leggeri. Il processo detto nucleosintesi dura all'incirca tre minuti.img0902

 Una nota di mooolta cautela: che tutto ciò che sappiamo circa l'universo al di fuori del Sistema Solare viene essenzialmente dalla raccolta di fotoni!  Così, possiamo osservare direttamente l'universo solo dove è trasparente (cioè, dopo il tempo di ricombinazione, quando l'universo aveva circa 300.000 anni). La conoscenza dell'universo precedente viene da deduzioni indirette. Per esempio, la teoria dell'inflazione è presa sul serio (spiegherò dopo) perché è consistente con  le leggi della fisica come noi le intendiamo: spiega proprietà osservate dell'universo, come l'omogeneità e planarità dell'universo al momento della ricombinazione.

0
0
0
s2sdefault

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

ISIS: ABBIAMO PROVATO A FARE UN ATTENTATO IN ITALIA MA E' STATO IMPOSSIBILE ... ECCO COM'E' ANDATA: 21 novembre · Tutti L’Italia è al sicuro da attacchi terroristici. L’ISIS ha dichiarato: “E’ molto difficile fare un attentato in Italia” In realtà alcuni documenti del SISDE rivelati recentemente affermano che quelli dell’ISIS ci hanno provato, tempo fa organizzarono un attentato aereo in Italia.

Due terroristi, provenienti da un Paese del Medio Oriente, arrivarono a Napoli con la ferma determinazione di eseguire il “castigo di Allah” per gli infedeli italiani”.
Ecco com’é andata: Domenica, ore 23.47 Arrivano all’aeroporto internazionale di Napoli, via aerea dalla Turchia; escono dall’aeroporto dopo otto ore perché gli hanno perso le valige. La società di gestione dell’aeroporto non si assume la responsabilità della perdita e un’impiegato consiglia ai terroristi di provare a ripassare il giorno dopo: “chissà, con un pò di fortuna…” Prendono il taxi: il taxista (abusivo) li guarda dallo specchietto retrovisore e, vedendo che sono stranieri, li passeggia per tutta la città per un’ora e mezza. Dal momento che non proferiscono lamentela, neanche dopo che il tassametro raggiunge i 200 Euro, decide di fare il colpo gobbo: arrivato alla rotonda di Villaricca, si ferma e fa salire un complice. Dopo averli derubati e ricoperti di mazzate li abbandonano esamini al Rione 167. Lunedì, ore 4.30 Al risveglio, dopo la mazziata, ambedue i terroristi riescono a raggiungere l’albergo sito in zona piazza Borsa. Decidono quindi di affittare un’auto presso la Hertz di piazza Municipio. Quindi si avviano in direzione aeroporto, ma giusto prima di arrivare a piazza Mazzini, rimangono bloccati da una manifestazione di studenti uniti alle tute bianche anti-global e ai disoccupati napoletani che non li lasciano passare. Lunedì, ore 12.30 Arrivano finalmente in piazza Garibaldi, decidono di cambiare dei soldi per muoversi più liberamente: i loro dollari vengono cambiati in biglietti da 100 Euro falsi. Lunedì, ore 15.45 Arrivano all’aeroporto di Capodichino con la ferma intenzione di dirottare un aereo per farlo cadere sulle torri dell’Enel del centro direzionale. I piloti Alitalia sono in sciopero perché chiedono la quadruplicazione del salario e vogliono lavorare meno ore. Stessa cosa per i controllori di volo che pretendono anche la pinza obliteratrice per tutti (“altrimenti che controllori saremmo” hanno dichiarato). L’unico aereo disponibile che c’é in pista è uno della RyanAir con destinazione Alghero e a 18 ore di ritardo… gli impiegati ed i passeggeri sono accampati nelle sale d’attesa, intonano canti popolari, gridano slogan contro il governo e i piloti! Arrivano i celerini, cominciano a dare manganellate a destra e a manca, contro tutti, si accaniscono in particolar modo sui due arabi. Lunedì, ore 19.05 Finalmente si calmano un pò gli animi. I due figli di Allah, coperti di sangue, si avvicinano al banco della RyanAir per acquistare i biglietti per l’aereo con destinazione Sassari, dirottarlo e farlo schiantare contro la torre Enel. Il responsabile della RyanAir che gli vende i biglietti tace il fatto che il volo, in realtà, è già stato cancellato. Lunedì, ore 22.07 A questo punto i terroristi discutono se continuare oppure no… non sanno più se distruggere Napoli è un atto terroristico o un’opera di carità. Lunedì, ore 23.30 Morti di fame decidono di mangiare qualcosa al ristorante dell’aeroporto: ordinano panino con la frittata e impepata di cozze. Martedì, ore 4.35 In preda a una salmonellosi fulminante causata dalla frittata finiscono all’ospedale Cardarelli, dopo aver aspettato tutta la notte nel corridoio del pronto soccorso. La cosa non sarebbe durata più di due giorni se nel frattempo non fosse subentrato un sospetto di colera dovuto alle cozze. Successivamente, a causa di un banale scambio di cartelle cliniche ad uno dei terroristi viene asportato un rene sano, all’altro viene applicato un doppio pacemaker di fabbricazione cinese acquistato sul mercato nero. Domenica, 17.20 Dopo dodici giorni escono dall’ospedale e si trovano nelle vicinanze dello stadio San Paolo. Il Napoli ha perso in casa con il neopromosso Palermo per 3-0, con due rigori assegnati alla squadra siciliana dall’arbitro Concettino Riina da Corleone. Una banda di ultrà della “Masseria Cardone”, vedendo i due scuri di carnagione, li scambiano per tifosi del Palermo e gli rifilano un’altra caterva di legnate. Per di più il capo degli ultrà, un tale detto “Peppo o Ricchione”, abusa sessualmente di loro. Domenica, 19.45 Finalmente gli ultrà se ne vanno. I due terroristi decidono di ubriacarsi per la prima volta nella loro vita (anche se è peccato!). In una bettola della zona portuale gli rifilano del vino adulterato con metanolo e i due rientrano al Caldarelli per l’intossicazione. Gli viene anche riscontrata la sieropositività all’HIV (Peppo non perdona). Martedì, 23.42 I due terroristi fuggono dall’Italia in zattera in direzione Libia, semiorbi per il metanolo ingerito e con una dozzina di infezioni a causa del virus HIV. Giurano ad Allah che non tenteranno mai più nulla contro il paese italiano. Manca una cosa: Mentre sono in mare per tornare in Libia vengono intercettati da una motovedetta italiana e "salvati" riportati in Italia vengono ospitati in trasmissione da Barbara D'Urso e in diretta si suicidano per la disperazione.

0
0
0
s2sdefault

Portale di Fisica

23 Gennaio 2016
22 Gennaio 2016
01 Gennaio 2016
01 Dicembre 2015
20 Novembre 2015
11 Novembre 2015
10 Novembre 2015
08 Novembre 2015
05 Novembre 2015
04 Novembre 2015
03 Novembre 2015
02 Novembre 2015
21 Ottobre 2015
20 Ottobre 2015
20 Ottobre 2015
20 Ottobre 2015
13 Ottobre 2015
07 Ottobre 2015
04 Ottobre 2015
03 Ottobre 2015
18 Settembre 2015
17 Settembre 2015

Su me

Parlo di fisica, musica, viaggi di vario tipo.

Un posto dove sbariare, insomma.

On Line

Abbiamo 83 visitatori e nessun utente online

Where

100%Italy Italy

Total: 2
© 2015 Il sito di giamod. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper

Search