L'assemblea del primo dicembre 2018

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

IMG 20181201 120729705 Small

 

Teatro pieno. Non solo vecchi e/o la solita compagnia di giro. Assenti i segretari dei partiti che in questi giorni hanno mostrato interesse e condivisione. Alla fine, una mia piccolissima inchiesta tra gli amici è stata quasi unanime nel dare giudizi positivi specie sull'intervento finale. Particolarmente apprezzati quelli del giornalista e di podemos. Il taglio dell'iniziativa non prevedeva la presenza esplicita di altri partiti tranne quello del nostro sindaco. Ma anche Dema era, in qualche modo, defilata avendo parlato Panini come vicesindaco e De Magistris come sindaco. Quindi quelli che accusano di non essere stati invitati come organizzazioni politiche (Pap) lo fanno, secondo me, in modo strumentale. Si è dato voce fondamentalmente ad esperienze civiche o legate al precariato, come potete vedere alla fine nel cronoprogramma della giornata. 

Ma quello che mi ha colpito, in modo all'inizio straniante, poi via via più convincente, è stato l'intervento di de Magistris:IMG 20181201 131616748 Small il taglio che ha dato ed il modo come lo ha fatto. Non ha parlato in modo esplicito di alcun argomento sensibile dell'attuale dibattito politico: scuola, sanità, tasse, reddito di cittadinaza, legge sulla sicurezza, nel senso che non è entrato nello stretto merito. ha incentrato il suo discorso su quello che anche secondo me è il problema dei problemi: quello che sta prima della politica, io la chiamerei metapolitica. Si riferisce a sentimenti, passioni, lealtà, empatia, uguaglianza, onestà e finanche amore, senza dei quali qualunque discorso politico diventa solo esercizio retorico e sfoggio di nozionismo.Ha dettato, a modo suo, con verve a tratti spettacolare (cosa fondamentale: buca gli schermi e gli schemi, funziona alla grande come comunicatore), quale deve essere la base morale, etica, su cui fondare qualiasi proposta non effimera e non detestabile a priori e a posteriori (LEU docet ed anche PAP non sta molto bene). Inoltre affronta a modo suo, che diventa credibile,un altro problema capitale che la sinistra ha messo sotto il tappeto, dimenticandosi del marxismo e della lotta di classe: il rapporto tra giustizia e legalità. Non cita mai, e a questo punto fa bene, la legalità "borghese" o la giustizia "proletaria", contrapposte nello schema marxiano. Lui trasferisce questa contraddizione all'interno della difesa dei principi costituzionali sovrani. E, in questo nuovo paradigma, risolve d'ambleè il problema della ribellione, resa giusta, obbligata dalla difesa, anzi dall'applicazione militante della Costituzione. 

Il mio pessimsmo della ragione naturalmente mi fa dire a me stesso: e domani mattina? Ma la residuale componente ottimistica mi fa pensare che, se avrà successo questo suo tentativo di aggregazione, che partirebbe dal basso come componenti sociali e politiche, ma dall'alto, anzi dalla stratosfera della nobiltà etica e morale che faccia da imprinting per tale aggregazione, si potrà avere una qualche chance per uscire dal nostro pantano.

Cronoprogramma: 

13:21 conclude Luigi de Magistris
13:20 video di Pablo Iglesias, Podemos
13:13 Intervengono Jesus Santos e Alejandro Merlo per Podemos
13:08 Interviene Francesca Pappacena, attivista diritti civili LGBT
13:01 Interviene Sandro Metz, cooperante Mediterranea
12:56 Interviene Attilio Motta, coalizione civica per Padova
12:48 Interviene Cecilia Strada
12:43 Interviene Bruna Varriale, lavoratrice comdata
12:36 Interviene Fatou Diako, associazione Hamef
12:29 Interviene Paolo Maddalena
12:23 Interviene Marcello Belotti, Barcelona en comu
12:19 Interviene Giacomo Cossu, studente 
12:08 Interviene Paolo Berizzi, giornalista 
12:04 Interviene Enzo Tosti sulla terra dei fuochi
11:57 Interviene Federico Martelloni, lista civica Bologna
11:50 Interviene Gianni Fabris, altra agricoltura
11:43 Interviene Marina Boscaino, portavoce nazionale LIP Scuola
11:38 Interviene Filippo Sestito, ARCI
11:32 Interviene Giuseppe de Marzo, rete dei numeri pari
11:28 Interviene Michele Conia, sindaco di Cinquefrondi 
11:21 Interviene Claudio Sanita
11:14 Interviene Paolo Cacciari
11:08 Interviene Giovanna Cavallo di Baobab
11:02 Interviene Giulia Rodano della casa internazionale delle donne
Interviene il segretario demA Enrico Panini
10:45 introduce Giacomo Russo Spena

0
0
0
s2sdefault
© 2015 Il sito di giamod. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper

Search